fbpx
Aut.Decr.Reg.Lazio - Accreditato con il S.S.N (Servizio Sanitario Nazionale) - Associato F.O.A.I. (Federazione degli organismi per l’assistenza delle persone disabili)
UNI EN ISO 9001 EA 38

Sportello consulenza e ambulatorio per prima infanzia e autismo

Due iniziative gratuite in collaborazione con Sip

L’Istituto di Ortofonologia (IdO) e la Società italiana di pediatria (Sip) sono impegnati, attraverso vari progetti condivisi, nel promuovere, come sentinella, la figura del ‘pediatra competente’ nel rilevare i campanelli di allarme di possibili disordini neuroevolutivi nei bambini.

In quest’ottica IdO e Sip hanno anche attivato uno sportello di consulenza gratuito e un ambulatorio, sempre gratuito, dove poter valutare tutti i bambini, sia con ipotesi di autismo che quelli nati prematuri, che i pediatri riterranno opportuno inviare all’Istituto per un approfondimento.

“Tutte le evidenze scientifiche dimostrano che nei disturbi dello spettro autistico un intervento precoce consente prognosi diverse. L’obiettivo è quello di sensibilizzare i pediatri a cogliere i segnali di rischio, non per una precocizzazione della diagnosi ma per una precocizzazione dell’intervento. Un intervento può essere fatto precocemente solo se vengono segnalati i possibili rischi”, sottolinea Magda Di Renzo, responsabile del servizio Terapie dell’Istituto di Ortofonologia (IdO). 

“I pediatri sono le prime sentinelle per la salute fisica e psichica del bambino- garantisce Di Renzo- da sempre collaboriamo con loro e continueremo a mantenere aperto il contatto attraverso lo sportello, con la possibilità di interagire e di arricchire la ricerca dandoci dati quantitativi e qualitativi. Abbiamo, poi, organizzato un ambulatorio specifico per gli invii che ci manderanno, così da poter valutare le diverse aree di competenza di ogni bambino, attenzionare eventuali deficit ma, soprattutto, le loro potenzialità”.

Prematurità, IdO: Riguarda il 10% dei nati, ripartite le visite gratuite

Elena Vanadia: Fino a luglio esperti a disposizione per un giorno al mese

Un giorno al mese per sette mesi, da gennaio a luglio 2021: tanto dura l’iniziativa pro bono dell’Istituto di Ortofonologia (IdO), in collaborazione con la Società italiana di pediatria (Sip) e la Società italiana di neonatologia (Sin) del Lazio, dedicata ai bambini nati prematuri. Ad annunciarlo, in occasione della Giornata mondiale della prematurità 2020, è stata Elena Vanadia, neuropsichiatra infantile e responsabile medico del servizio di Diagnosi e valutazione dell’IdO.

“Anche quest’anno- ha spiegato- in occasione della Giornata mondiale della prematurità, l’Istituto di Ortofonologia vuole rinnovare il suo impegno nei confronti dei nati pretermine, delle loro famiglie, dei pediatri e dei neonatologi che li assistono. Gli ultimi dati del Neonatal network della Società italiana di neonatologia- ricorda Vanadia- riportano un 10% di nascite pretermine rispetto al totale delle nascite, con una maggiore incidenza di queste nascite tra la 30esima e la 32esima settimana”.

Illustrando nello specifico le caratteristiche dell’ iniziativa dedicata ai bambini nati prematuri, la neuropsichiatra infantile chiarisce che “viste le misure restrittive e l’attuale condizione legata all’epidemia da Sars-Cov-2 e viste le difficoltà organizzative, le modalità saranno leggermente diverse rispetto agli anni precedenti. Invece che una settimana dedicata alle consulenze gratuite, abbiamo dilazionato questa offerta su sette mesi, da gennaio a luglio 2021, e una giornata al mese sarà quindi dedicata alle consulenze rivolte ai bambini nati pre-termine che abbiano un’età compresa tra 0 e 3 anni. Le valutazioni- tiene a precisare Vanadia- sono come sempre multidisciplinari”.

Con questa iniziativa l’IdO punta a promuovere lo sviluppo e il benessere dei bambini e delle loro famiglie e, aggiunge Vanadia, “ad individuare precocemente le eventuali vulnerabilità che possono essere connesse sia alla nascita pre-termine, in termini neurobiologici, sia al vissuto delle famiglie ancora più- sottolinea- in questa epoca che stiamo affrontando”.

“Tutte le consulenze all’interno di questo progetto sono gratuite, probono e in base all’andamento della pandemia saranno previste anche modalità in teleconsulto, qualora ci fossero nuove misure restrittive o le famiglie fossero impossibilitate a spostarsi. Sarà possibile prenotarsi inviando una email a segr.salaria@ortofonologia.it- prosegue Vanadia- successivamente i genitori saranno ricontattati per fissare la data dell’appuntamento” conclude.