Aut.Decr.Reg.Lazio - Accreditato con il S.S.N (Servizio Sanitario Nazionale) - Associato F.O.A.I. (Federazione degli organismi per l’assistenza delle persone disabili)

Quando il potenziale intellettivo è mascherato dal sintomo: un caso clinico

Di Renzo M., Palladino G., Bianchi di Castelbianco F., Racinaro L., “When the Intellectual Potential is Concealed from Symptoms: A Case Report”, Journal of Clinical Case Reports, 2017, 7, 3 (943), pp. 1-5.

Leggi l'articolo originale

Il concetto di giftedness, come ormai è stato ampiamente chiarito nella letteratura internazionale, è multidimensionale e coinvolge caratteristiche che si riferiscono sia agli aspetti cognitivi che a quelli comportamentali e di assetto di personalità. Già nel 1986 Renzulli (Renzulli, 1986) ha descritto la giftedness con il modello dei 3 anelli (Three Ring Model) mettendo in luce 3 caratteristiche principali in questi bambini: impegno nel compito (task commitment), creatività e abilità fuori del comune (above average ability) e Gagné ha differenziato la giftedness sottolineando come questa sia espressione di un talento naturale (Gagné, 2014). Le particolari potenzialità in ambito intellettivo possono facilmente creare una disarmonia nello sviluppo globale perché è come se il bambino non riuscisse a stare al passo emotivamente con la sua ideazione e non trovasse un adeguato equilibrio per contenere la propria impulsività.

Collaborazioni Scientifiche
Newsletters tematiche di divulgazione