fbpx
Aut.Decr.Reg.Lazio - Accreditato con il S.S.N (Servizio Sanitario Nazionale) - Associato F.O.A.I. (Federazione degli organismi per l’assistenza delle persone disabili)

Se ammettesse di avermi tradita non saprei proprio cosa fare…

Ciao,
mi chiamo Giulia e ho 29 anni. Qualche sera fa, insospettita da alcuni comportamenti del mio compagno con cui convivo da 2 anni, ho preso il suo cellulare. Non era la prima volta che avevo segnali della sua possibile infedeltà o che succedevano cose un po’ ambigue…comunque prendo il telefono e sento un audio in cui un suo amico gli diceva che aveva fatto colpo su una ragazza. Al che lui risponde che è lusingato e che gli interesserebbe conoscerla. Poi non ci sono altri messaggi e non so se si siano realmente visti oppure no. Ovviamente quando ho letto i messaggi volevo morire, mi sembrava di sprofondare in un buco nero senza fine. Avrei voluto strillare e sputare tutto il mio odio e la mia rabbia in faccia al mio compagno, ma visto che avevo preso il telefono di nascosto non gli ho detto nulla. Quella notte non ho dormito non riuscivo a smettere di pensare. Adesso da un paio di giorni sono fredda e distaccata, lui mi chiede cosa ho ma cerco di evitare il discorso e fare finta di nulla. Non posso nemmeno immaginare di perderlo, né di riuscire ad affrontare la cosa con lui. Se ammettesse di avermi tradita non saprei proprio cosa fare e se me lo negasse comunque non so se gli crederei. Diciamo che sono in un vicolo cieco e qualunque cosa decida di fare mi farà soffrire ancora di più. Per non parlare del fatto che se lui sapesse che ho spiato il suo telefono probabilmente mi lascerebbe. Avevo troppo bisogno di parlarne con qualcuno, per fortuna ci siete voi. Come faccio a smettere di pensarci? Aiutatemi!!!

 

Giulia, 29 anni


Cara Giulia,
possiamo comprendere come il fatto di aver scoperto qualcosa che mette in dubbio la fedeltà del tuo ragazzo possa metterti in crisi. 
Ci arrivano da parte tua un insieme di sentimenti contrastanti come rabbia, disgusto, paura di parlare o di essere lasciata, che ti fanno sentire immobile e davanti ad un vicolo cieco fatto di dubbi e indecisione. 
Ci scrivi che hai paura di affrontare l’argomento e che se lui scoprisse che hai guardato il suo cell ti lascerebbe, ma forse il punto non è aver invaso o meno la sua privacy ma come ti senti e perchè sei arrivata a farlo. Probabilmente già adesso non state vivendo una relazione basata sulla fiducia e la serenità reciproca, ci scrivi che era da un po’ che nutrivi dei sospetti ed avevi già notato degli atteggiamenti ambigui.
Ti consigliamo di provare a cercare un dialogo con il tuo ragazzo per fargli capire come ti senti, cosa provi, prova a parlargli delle tue paure e sensazioni di infedeltà forse dovresti dirgli la verità al costo di mettere in crisi il vostro rapporto. 
Per poter viver pienamente un rapporto fondato su sentimenti onesti di amore e rispetto a volte bisogna cercare anche uno scontro, che possa aiutarvi a mettere in luce e comprendere i sentimenti che ci sono tra voi due. 
Non aver paura, forse dovresti prenderti un tempo per ascoltarti profondamente e per riflettere su come e quando affrontare il tuo ragazzo, su cosa davvero ti spaventa nel farlo, riflettici ma non rinunciare alla possibilità di vivere una storia basata sulla fiducia.

Un caro saluto!

Collaborazioni Scientifiche
Newsletters tematiche di divulgazione