Aut.Decr.Reg.Lazio - Accreditato con il S.S.N (Servizio Sanitario Nazionale) - Associato F.O.A.I. (Federazione degli organismi per l’assistenza delle persone disabili)

Mascherine e bambini: la Società italiana di pediatria sfata 5 falsi miti

Dall'alterazione della flora intestinale all'alcalosi, in un video tutte le risposte

Alcalosi, ipossia, alterazione della flora intestinale. Sono solo alcuni dei ‘falsi’ rischi associati all’uso delle mascherine per la salute dei bambini. Per fare chiarezza, in aiuto delle famiglie, la Società italiana di pediatria (Sip) sfata in un video i cinque falsi miti che circolano in questo momento:

1 – L’uso prolungato della mascherina nei bambini porta ad alcalosi? “Falso- assicura la Sip- la quantità della propria anidride carbonica respirata da un bambino sano che indossa la mascherina chirurgica è pressoché impercettibile”.

2 – L’uso prolungato della mascherina nei bambini porta ad ipossia? “Falso- continua la Sip- i bambini sani che indossano la mascherina chirurgica per più ore al giorno non rischiano la carenza di ossigeno, né la morte per ipossia”.

3 – La mascherina chirurgica può indebolire il sistema immunitario nei bambini? La risposta è ancora una volta “falso. La mascherina chirurgica previene il diffondersi delle infezioni e va portata dai bambini per evitare la trasmissione del coronavirus tra soggetti asintomatici”.

4 – La mascherina chirurgica può causare un’alterazione della flora intestinale nei bambini? “Non è vero- aggiunge la Sip – non ci sono evidenze scientifiche in letteratura che documentino che un corretto utilizzo della mascherina possa comportare un’alterazione della flora batterica e/o disbiosi intestinale.

5 – La mascherina chirurgica è obbligatoria per tutti i bambini? “Falso- conclude la Sip- ci sono bambini che sono esentati dall’uso della mascherina: quelli sotto i 6 anni di età e quelli affetti da disabilità non compatibile con un uso prolungato mascherina”.

15/06/2020

Collaborazioni Scientifiche
Newsletters tematiche di divulgazione